INFORMATI PRIMA DI PARTIRE

Requisiti di ingresso con test COVID-19 negli Stati Uniti per i viaggi internazionali


 

Requisiti di ingresso negli Stati Uniti


I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) richiedono a tutti i clienti con un’età di almeno 2 anni e che viaggiano verso o transitano per gli Stati Uniti di presentare prova di un test COVID-19 negativo effettuato entro 3 giorni prima della partenza e di firmare una dichiarazione a conferma di un risultato negativo al test.

La salute dei nostri dipendenti e dei nostri clienti continua a essere la nostra priorità assoluta. Queste misure aggiungono un ulteriore livello di protezione per tutti. Numerosi Paesi in tutto il mondo hanno in vigore ordinanze simili, volte a proteggere la salute dei compagni di viaggio e dei dipendenti delle compagnie aeree. Controlla regolarmente prima del viaggio, in quanto continueremo a pubblicare aggiornamenti relativi a eventuali modifiche ai requisiti CDC di ingresso negli Stati Uniti di seguito.

Dettagli importanti da conoscere:

  • Ai clienti privi di risultati negativi al test COVID-19 e dell’attestazione firmata sarà negato l’imbarco in conformità con l’ordinanza dei centri CDC 
  • I test per COVID-19 approvati includono un test di amplificazione degli acidi nucleici (ad es. un test PCR) o un test dell’antigene virale approvato dall’autorità sanitaria locale
  • Se il tuo itinerario include un volo in coincidenza, il test COVID-19 deve essere effettuato entro 3 giorni dalla partenza del volo iniziale e le coincidenze non possono essere più lunghe di 24 ore
  • I clienti guariti dal COVID-19 possono viaggiare avendo al seguito un test positivo (effettuato nei 90 giorni prima del viaggio) e la lettera di un operatore sanitario autorizzato o un funzionario sanitario pubblico attestante che il cliente è stato autorizzato al viaggio
  • I clienti che desiderano modificare il proprio volo possono farlo nella sezione Viaggi senza incorrere in penali di cambio
 

Risorse per i test


In caso di viaggio verso o di transito per gli Stati Uniti con l’obbligo un test dall’esito negativo, consigliamo di consultare le autorità sanitarie locali per scoprire come potersi sottoporre al test per COVID-19 (di persona o a domicilio) prima di mettersi in viaggio. Contatta direttamente i centri che effettuano i test e tamponi per informazioni dettagliate su costi, ubicazione, raccolta dei campioni e notifica dei risultati. Per i test a domicilio, ti consigliamo di utilizzare un test antigenico, si apre in una nuova finestra del nostro partner. Consigliamo di confermare le linee guida governative prima di selezionare questa opzione. Ricorda che alcuni resort internazionali offrono la possibilità di sottoporsi al test, quindi assicurati di verificare anche presso la tua struttura ricettiva. Sappiamo che i requisiti necessari per l’effettuazione dei test possono essere difficoltosi; quindi, abbiamo contribuito a semplificarli un po’, identificando le risorse locali che li effettuano al di fuori degli Stati Uniti attraverso la nostra pagina dedicata Risorse per i test. 

Attenzione: alcune destinazioni non accettano i test a domicilio o potrebbero non consentirti di portare con te un test a domicilio per il rientro negli Stati Uniti. Ti preghiamo di confermare le linee guida governative prima di selezionare questa opzione. I test COVID-19 eseguiti all’estero per soddisfare i requisiti d’ingresso negli Stati Uniti devono soddisfare determinati criteri stabiliti dai centri CDC.

 

Domande frequenti


A partire dalle ore 12:01 ET del 26 gennaio 2021, per tutti i voli in ingresso negli Stati Uniti sarà obbligatorio che tutti i clienti dai 2 anni in su siano in possesso dell’esito negativo di un test per COVID-19 effettuato entro 3 giorni dalla partenza e di un modulo di dichiarazione firmato.

I tipi di test accettati sono:

Nota: I test anticorpali non sono accettati.

Il risultato del test deve essere documentato (in formato cartaceo o elettronico) e deve includere quanto segue:

  1. Tipo di test (indicante test NAAT o antigenico)
  2.  Chi ha emesso il risultato (ad es. laboratorio, ente sanitario o servizio di telemedicina) e le relative informazioni di contatto (ad esempio, numero di telefono, numero di fax o indirizzo e-mail)
  3. Data in cui è stato effettuato il test: è necessario presentare un referto negativo di un testo COVID-19 effettuato entro 3 giorni prima della partenza. Il risultato positivo accompagnato dalla documentazione di guarigione dal COVID-19 deve dimostrare che il test COVID-19 è stato effettuato 3 mesi prima del viaggio.
  4. Due (2) documenti di identificazione dei dati personali (nome completo più un altro identificatore, ad es. data di nascita o numero di passaporto)
  5. Risultato del test (risultato negativo o positivo)

Scopri di più sui test approvati sul sito web dei CDC, si apre in una nuova finestra.

I clienti devono addossarsi la spesa dei propri test prima della partenza.

Se un passeggero arriva su un volo diretto per gli Stati Uniti, il test negativo deve essere effettuato entro 3 giorni dalla partenza del volo diretto.

Se l’itinerario di un cliente include uno o più voli in coincidenza, il test negativo deve essere effettuato entro 3 giorni prima della partenza del volo iniziale e il tempo di coincidenza non può superare le 24 ore.

Ad esempio: Se un cliente si imbarca su un volo da Berlino venerdì 29 gennaio con una sosta di 14 ore ad Amsterdam prima di un volo in coincidenza per New York, potrebbe sottoporsi al test COVID-19 martedì 26 gennaio (3 giorni prima della partenza iniziale da Berlino).

Ai clienti che non hanno completato un test e/o non hanno ottenuto un risultato negativo non sarà consentito salire a bordo del proprio volo per gli Stati Uniti, in conformità con l’ordinanza dei CDC.

Per offrirti una certa flessibilità in relazione ai tuoi piani di viaggio, puoi modificare o cancellare il tuo itinerario tramite la sezione Viaggi o dall’app Fly Delta senza incorrere in penali di cambio. Visita la nostra pagina Posso annullare/modificare il mio volo senza penali per ulteriori dettagli.

I clienti che ricevono un risultato positivo al test non potranno volare e sono invitati a seguire le linee guida del Paese in cui il risultato del test è stato ricevuto. Le linee guida dei centri CDC, si apre in una nuova finestra stabiliscono che i clienti risultati positivi al test devono porsi in autoisolamento e rimandare il viaggio verso gli Stati Uniti fino a quando non risultino guariti dal COVID-19.

La protezione di viaggio, fornita da Allianz Global Assistance, offre protezione in una serie di situazioni di viaggio comunemente coperte. Si possono effettuare anche alcune limitate richieste di risarcimento, si apre in una nuova finestra, come in caso di positività al COVID-19 e conseguente impossibilità a volare. Hai già prenotato il tuo volo? Puoi ancora proteggere il tuo viaggio dalla pagina Viaggi. Si applicano termini e condizioni; la copertura può variare in alcuni Paesi o regioni. Scopri i dettagli completi.

Si ricorda che, ai fini della sicurezza dei nostri dipendenti e di altri clienti, la conferma sanitaria di Delta richiede che i clienti debbano attendere almeno 10 giorni dalla ricezione di un risultato positivo del test prima di iniziare il viaggio.

I clienti il cui test è stato effettuato al di fuori dei 3 giorni precedenti la partenza richiesti devono essere nuovamente sottoposti a test e ottenere un risultato negativo prima della partenza per gli Stati Uniti, in conformità con l’ordinanza dei CDC.

Sì. I clienti che hanno ricevuto il vaccino contro COVID-19 devono comunque presentare evidenza di un esito negativo del test effettuato entro 3 giorni prima del viaggio e firmare una dichiarazione a conferma del risultato negativo.

La dimostrazione di essersi sottoposti al vaccino COVID-19 non esenta i clienti dai requisiti di eseguire il test o dalla norma di Delta sulle mascherine.

Sì. I clienti che hanno avuto un caso di COVID-19 confermato negli ultimi 90 giorni possono viaggiare negli Stati Uniti se presentano il risultato positivo del test (effettuato entro 90 giorni prima del viaggio) e la lettera di un operatore sanitario autorizzato o un funzionario sanitario pubblico attestante che il cliente è stato autorizzato al viaggio.

Per ulteriori dettagli su quanto viene richiesto, i clienti devono verificare l'ordinanza dei centri CDC, si apre in una nuova finestra.

Si rammenta che la conferma sanitaria di Delta al momento del check-in richiede che i passeggeri debbano attendere almeno 10 giorni dalla ricezione di un risultato positivo del test prima di mettersi nuovamente in viaggio.

Il modulo di dichiarazione richiesto è un documento che certifica che si è in possesso di un risultato negativo al test COVID-19 effettuato negli ultimi 3 giorni e che non si è affetti da COVID-19. Ai clienti privi del modulo di dichiarazione compilato e firmato sarà negato l’imbarco in conformità con l’ordinanza dei CDC.

Se viaggi su un volo per gli Stati Uniti operato da un partner di Delta, compila e firma questo modulo di dichiarazione in alternativa. Dovrà essere stampato ed esibito al momento dell’imbarco.

La documentazione riguardante l’esito del test può essere in formato cartaceo o elettronico: i clienti possono firmare e compilare il modulo di dichiarazione elettronicamente oppure stampare e compilare la versione cartacea. Se viaggi su un volo operato da un partner di Delta, stampa, compila e firma il modulo di dichiarazione cartaceo in anticipo e portalo in aeroporto. 

I clienti dovranno fornire una prova del risultato negativo del test prima della partenza e conservare i risultati del test per eventuali ispezioni all’arrivo negli Stati Uniti.

L’elenco seguente include coloro che sono esclusi dall’obbligatorietà del test:

  • Bambini sotto i 2 anni 
  • Forze dell’ordine federali e personale militare in servizio attivo  
  • Clienti che tornano da territori statunitensi (Porto Rico, Isole Vergini statunitensi) 

Inoltre, i requisiti relativi alla negatività del test non si applicano ai clienti che sono stati affetti recentemente da COVID-19 e sono in grado di produrre sia un risultato positivo al test per COVID-19 con data risalente a un massimo di 90 giorni prima del viaggio, sia la lettera da parte di un operatore sanitario o di un funzionario sanitario pubblico che ne attesti l’autorizzazione al viaggio.

Non sono soggetti a questo requisito i clienti che volano dai territori statunitensi d’oltremare come Isole Vergini americane e Porto Rico.
Sì. Tutti i clienti, compresi i cittadini statunitensi e i residenti legali permanenti, di età pari o superiore a 2 anni che volano da una destinazione internazionale verso gli Stati Uniti devono conseguire l’esito negativo di un test per COVID-19 entro 3 giorni dalla partenza e confermare il risultato negativo firmando un modulo di dichiarazione.

Stiamo monitorando continuamente i protocolli di sicurezza per garantire che tu abbia informazioni aggiornate relative ai requisiti di ingresso e uscita specifici della tua destinazione. 

Esortiamo vivamente a verificare gli ultimi requisiti e restrizioni di viaggio per saperne di più sulle restrizioni in atto e consultare le risorse che consentono di arrivare preparati. Ti preghiamo inoltre di verificare i requisiti per le destinazioni aeroportuali di coincidenza se applicabili al tuo itinerario.

Sì, se il viaggio di un cliente è più breve di 3 giorni, il cliente potrà presentare nuovamente per il viaggio di ritorno negli Stati Uniti il risultato negativo del test utilizzato per il viaggio di andata. Qualsiasi viaggio avente durata superiore a 3 giorni richiederà ai clienti la ripetizione del test COVID.

Link correlati

Hai trovato le informazioni che cercavi in questa pagina?