Voli per Jacksonville


 

Jacksonville, in Florida, può vantare una serie di numeri di tutto rispetto. È la città più popolosa non solo dello stato della Florida, ma di tutta la regione sudorientale. È anche la città più grande, per estensione superficiale, in tutti gli Stati Uniti contigui.

Situata sulle rive del fiume St. Johns nel nord della Florida, Jacksonville si trova a 30-50 minuti d'auto dall'oceano Atlantico. Anche se molti la considerano un punto di passaggio per i viaggiatori che si dirigono verso nord o verso sud, Jacksonville è una destinazione molto sottovalutata.

Come principale centro commerciale e finanziario della regione, Jacksonville vanta uno skyline dominato da svariati grattacieli, alcuni dei quali architettonicamente significativi. La città gestisce inoltre il più grande sistema di parchi urbani del paese, con accesso sia al fiume St. Johns che all'Atlantico.

L'aeroporto internazionale di Jacksonville offre ai viaggiatori innumerevoli servizi. Ci sono circa una dozzina di ristoranti che servono un po' di tutto, da snack a pasti completi serviti al tavolo, in aggiunta ad altrettanti negozi. L'aeroporto ospita spesso musica dal vivo durante i giorni di punta, offre servizi di massaggio e dispone di una sala giochi. In tutte le aree del Terminal i visitatori noteranno anche opere d'arte realizzate dagli alunni delle scuole e da artisti locali.

Aeroporto internazionale di Jacksonville (JAX)

  • L'aeroporto internazionale di Jacksonville si trova a circa 13 miglia a nord del centro di Jacksonville.
  • Il trasporto via terra dall'aeroporto si avvale di auto a noleggio, taxi e limousine, tutti situati al piano inferiore dell'edificio del terminal adiacente al ritiro bagagli

CULTURA

A Jacksonville ci sono diversi musei che vale la pena visitare: il Museo di Scienza e Storia, il Museo di Arte Contemporanea di Jacksonville e il Centro del Patrimonio Marittimo di Jacksonville. Ma la collezione più impressionante della città è al Cummer Museum of Art & Gardens. Oltre ai meravigliosi dipinti europei e statunitensi, il museo vanta tre giardini fioriti che si affacciano sul fiume St. Johns.

PARCHI

Un altro fiore all'occhiello di Jacksonville è il suo sistema di parchi. La città vanta parchi nazionali, statali e urbani, tutti ubicati all'interno del proprio perimetro. La Timucuan Preserve, che è composta da più di 46.000 acri di acquitrini e corsi d'acqua, è una riserva nazionale degli Stati Uniti, che comprende anche la più antica piantagione della Florida.

Nell'area di Southbank, nel centro di Jacksonville, si trova il Treaty Oak Park, di proprietà del comune, dove sorge la Treaty Oak (quercia del trattato). Si stima che la Southern live oak (Quercus virginiana) abbia 250 anni, il che la renderebbe quindi la forma di vita più antica di Jacksonville, precedente persino alla fondazione della città. Il suo nome proviene da una storia apocrifa riguardante gli accordi di pace tra i nativi americani e i coloni americani e spagnoli che vennero firmati sotto i suoi rami. In realtà, sia la storia che il nome furono concepiti da un giornalista nei primi anni '30 per evitarne lo sradicamento da parte dei costruttori edili.

RISTORANTI

Di recente, la città di Jacksonville si è conquistata un posto sulla lista delle “sorprendenti città gastronomiche”, curata della rivista Forbes. Ma chi conosce la città non è rimasto affatto sorpreso. Ha un panorama culinario eclettico, che attinge non solo a prodotti locali e frutti di mare, ma anche ad influenze etniche. Tieni d'occhio sia i nuovi ristoranti che i tesori nascosti (come i locali da barbecue e le trattorie che si specializzano in burrito).

Il clima di Jacksonville è caratterizzato da inverni miti ed estati calde ed umide. A gennaio, la temperatura giornaliera media è di 53° Farenheit, mentre a luglio è di 82° Farenheit. La città ha una stagione piovosa, che va da maggio a settembre. La media delle precipitazioni annuali è di circa 52 pollici. Anche se storicamente Jacksonville è stata meno colpita dagli uragani rispetto alle altre città della costa orientale, la minaccia esiste ancora, soprattutto durante il periodo di picco in Florida (dall'inizio di agosto alla fine di ottobre).